Valpolicella, un vino veronese

In Valpolicella Classica si trovano alcune delle cantine più storiche del Veneto. 

La Valpolicella è costituita dalle colline e dalle valli a nord della città di Verona, e si estende dalla valle del fiume Adige sul suo lato ovest fino ai territori vulcanici della zona di produzione del Soave ad est. 

Secondo la tradizione il nome deriverebbe dal latino Vallis poli cellae, ossia valle dalle molte cantine, a riprova dell’antichissima vocazione vitivinicola che risale a prima dell’epoca romana.

Negli ultimi 20 anni il vino della Valpolicella è cresciuto in maniera esponenziale e la sua fama è diventata ormai internazionale. Se prima i rossi Valpolicella erano dei vini scialbi e leggeri ad oggi sono diventati dei prodotti di prima qualità, considerati anche dai grandi sommelier precisi, eleganti e dotati di grandissima bevibilità!

Questo vino viene prodotto con uve fresche, pigiate e fermentate subito dopo la vendemmia e imbottigliate poco dopo. 

La sua gradazione alcolica è compresa tra i 12-13 gradi e va bevuto entro 4-5 anni dall’imbottigliamento.

La Valpolicella è il classico vino da pasto, ideale per coloro a cui piace accompagnare il pranzo e la cena con un buon bicchiere di rosso, piacevole ma senza troppe pretese. Se bevuto leggermente freddo si dimostra anche un ottimo accompagnatore per gli aperitivi, da gustare insieme a salumi e formaggi freschi.

A Verona e nei paesini limitrofi viene anche servito come vino della casa.